Partito democratico

23 Gennaio 2018

Cirinnà: nel programma #M5S i diritti non sono nemmeno nominati

Una cosa è chiara e innegabile: M5S sui diritti (tutti i diritti, a iniziare da quelli Lgbt e via a seguire) vale zero. Neanche uno e tanto meno 5. Niente ha fatto in questa legislatura e niente farà nella prossima. Lo dichiarano loro. In questi 5 anni non ha, infatti, votato una sola legge di quelle che abbiamo approvato per rendere il nostro Paese più civile.

La legislatura dei diritti

Sì, perché questa è stata davvero la legislatura dei diritti che ha cambiato il volto sociale e culturale dell’Italia. Accanto alla legge sulle unioni civili, infatti, abbiamo approvato leggi fondamentali come quella sul dopo di noi (una tutela per le persone con disabilità nel momento in cui vengono a mancare i loro genitori), sul femminicidio, sul reato di tortura (stop alla violenza, da qualunque parte venga) e poi sull’autismo e sulle dimissioni in bianco.

Quante di queste leggi sono state votate da M5S? Nessuna! Anzi, spesso hanno cercato di mettere i bastoni tra le ruote all’iter parlamentare sperando di lucrare politicamente sul non concedere diritti sacrosanti. Quello che è avvenuto sulle unioni civili ne è stato l’esempio emblematico e non va dimenticato.


INVIA UN COMMENTO

Invia Commento

COMMENTI

Iscriviti alla newsletter e al servizio SMS e sarai sempre aggiornato su tutte le nostre iniziative.

Iscriviti al servizio

EVENTI

26

Febbraio

Gambassi Terme: incontro con Sosteg...

Guarda l'evento

25

Febbraio

Pranzo alle Botteghe (Fucecchio)

Guarda l'evento

24

Febbraio

a cena a Castelfiorentino con Canti...

Guarda l'evento