Partito democratico

24 Aprile 2018

25 aprile: contrastare la propaganda neo fascista

“Il 25 aprile giunge quest'anno dopo aver assistito anumerosi episodi di questo risorgente fascismo e nazismo che anche nel nostroterritorio ha più volte offeso la memoria e minacciato chi, anche nelleistituzioni locali, continua a valorizzarla ed a portare avanti battaglie per idiritti”. Esordisce così il segretario del Pd dell'Empolese Valdelsa Jacopo Mazzantini, che prosegue:“Dobbiamo  contrastare la propagandaneofascista soprattutto sul terreno politico, riaffermando con maggiorenettezza i temi sociali come nostra priorità assoluta, per non lasciare che ildisagio sociale venga in maniera opportunistica strumentalizzato al fine diaffermare i principi della xenofobia e del culto della razza. La Resistenza deve continuare ad essere un puntofermo nella memoria degli italiani in generale e dei cittadinidel nostro territorio, che anche nei mesi scorsi hanno dimostrato di tradurrela memoria in azione, affermando anche unaidea di lotta perpetua, non violenta ma ferma e costante,volta a preservare e garantire i più alti valori umani e sociali che ci haconsegnato l'antifascismo”.

E, proprio sulla guerra,insiste Tania Cintelli, responsabilecultura e diritti del partito territoriale: “anche quest'annoil 25 aprile ci rimanda al dramma della guerra in Siria e alla necessità chealle mere e futili indignazioni segua, dopo troppa inerzia, una vera politicaestera della grande e civile Europa con i suoi valori fondativi. Al di là delleragioni economiche e geopolitiche che stanno dietro a questa guerra, c'èl'orrore, la paura e la tragedia che un popolo sta vivendo da anni, ci sonocentinaia di migliaia di morti nella quasi totale indifferenza del nostrodibattito pubblico”.

“Per questo-conclude Cintelli-se l'Europa vuole mantenere vivo il fondamento della nostraidea di libertà, di rinascita democratica e di costruzione di pace per dare ilproprio contributo diplomatico che permetta il prima possibile anche allapopolazione siriana di giungere alla propria Liberazione”.

ALLEGATO

INVIA UN COMMENTO

Invia Commento

COMMENTI

Iscriviti alla newsletter e al servizio SMS e sarai sempre aggiornato su tutte le nostre iniziative.

Iscriviti al servizio