Partito democratico

20 Novembre 2018

Variante urbanistica a Empoli, Mazzantini: “E’ una delle grandi scelte di governo del territorio”

Si è svolta ierisera la seduta del consiglio comunale di Empoli in cui è stata approvata lavariante urbanistica. Su questo importante atto della giunta Barnini intervieneJacopo Mazzantini, capogruppo Pd in consiglio comunale:

Questo atto chiude il cerchio delle grandi scelte di governo delterritorio del presente mandato amministrativo e rappresenta una delle misurepiù importanti per rilanciare lo sviluppo della nostra città.

Un intervento che si riferisce a tutte le aree produttive dellacittà e permetterà la realizzazione di nuovi investimenti produttivi e, quindi,stimola la crescita dell'occupazione e dell'economia locale.

Unavariante che nel modificare il piano strutturale e il regolamento urbanistico,consente di ampliare alcune attività produttive presenti sul territorioempolese e che ha ricevuto, ricordiamolo, il parere favorevole della “Conferenzadi copianificazione” ed è stata redatta in perfetta osservanza della legge regionale65/2014, ricevendo, infatti, il parere positivo della Regione Toscana edell’Arpat.

Sitratta- spiega il capogruppo- di una variante che rappresenta una visione disviluppo futuro della città da parte dell'amministrazione comunale: una misuragenerale sulle aree produttive, che va a modificarne ed ampliarne i volumi e amodificare  in parte la destinazione urbanistica, dando la possibilità diintegrare la funzione produttiva con quella direzionale e commerciale, dandocosì una risposta puntuale ad istanze forti di servizi a supporto di chi operain tale area.

Unavariante, in definitiva, che rende la nostra città più competitiva e si ponecome l'ultimo grande tassello di una serie di misure che in questo mandatohanno posto le basi per aumentare la competitività della nostra città e, più ingenerale, del nostro territorio.

Basti pensare all’abbattimento degli oneri di urbanizzazione perstimolare la ripresa del comparto edilizio, allo sblocco del cantiere della exVitrum che finalmente consentirà il recupero di una intera area divenutasimbolo di degrado, alla discontinuità forte e attesa, che cinque anni faprendeva le mosse dalla coraggiosa scelta del commissariamento della 429, cheha dato avvio in modo spedito alla realizzazione di quella nuova infrastrutturaidonea a rendere ancor di più Empoli e tutto l'Empolese Valdelsa nodostrategico dei flussi della Regione Toscana.

E così le altre due nuove infrastrutture comunali a est esud-ovest della città, la bretella di via Piovola e la circonvallazioneparallela alla Fi-Pi-Li, senza dimenticare le nuove grandi rotonde sulla Tosco Romagnola.

Tutti interventi che rendono più veloce i flussi diattraversamento della città.

Vale la pena sottolinearlo, perché uno sviluppoinfrastrutturale di tale portata in un solo mandato lo si era visto solo intempi lontani, in stagioni politiche che avevano a disposizione ben altrerisorse pubbliche e ciò dà ancor più la dimensione del valore del lavoroportato a termine dal sindaco Brenda Barnini.

E ancora, il primo ITS che è giunto nella nostra città: quegli istitutibiennali di specializzazione tecnica successivi al diploma di cui laGermania si è dotata da anni, perché in grado di fornire un’offertaformativa altamente qualificata, ossia quella che manca oggi e che determina lasituazione in cui ci troviamo da anni: troppi disoccupati e imprese che nontrovano le qualifiche di cui avrebbero bisogno.

Si comprende, dunque- chiude Mazzantini- la visione di sviluppoche è stata presente fin dall’inizio nell'azione amministrativa lungo questicinque anni e che ci consegna oggi una città cambiata, migliore e che potràcontinuare a migliorarsi con Brenda Barnini sindaco anche nei prossimi cinqueanni.”.


INVIA UN COMMENTO

Invia Commento

COMMENTI

Iscriviti alla newsletter e al servizio SMS e sarai sempre aggiornato su tutte le nostre iniziative.

Iscriviti al servizio